Alessandro Dominioni, Tomaso Baj

Il gioco del contrabbandiere

Il gioco del contrabbandiere. Gioco in scatola, età dai 6 ai 99 anni, fra 2 giocatori o 2 squadre: contrabbandieri e finanzieri.

Contenuto: tabellone, 6 pedine, carte degli imprevisti, istruzioni.

24,00

ISBN/EAN: 8059973430323

Anno: 2016

Formato: 31x22cm

Categoria: Tag: , , , , , ,

Descrizione

Il gioco del contrabbandiere

Gioco di strategia basato sulla realtà storica del territorio comasco e ticinese.

Il gioco del contrabbandiere è un divertente gioco da tavolo: ci si muove di una casella a turno sul tabellone con la cartina geografica stilizzata, senza dadi, si può giocare in sei (ciascuna muove una pedina) oppure divisi in due squadre: contrabbandieri e finanzieri.

Lo scopo dei contrabbandieri è portare le loro bricolle dalla Svizzera in uno dei depositi italiani, i finanzieri invece devono arrestarli andando sulla loro stessa casella. Facile vero? A complicare il tutto ci sono le carte imprevisti, positive “Anche se sei vicino a un finanziere lui non ti ha visto, se vuoi avanza di 1 o 2 caselle” e negative “Non hai preparato bene la bricolla e hai perso tutta la merce, torna a un deposito”.

Contestualizzazione storica

Como è terra di confine e dove c’è un confine c’è il contrabbando. Almeno era così, nelle zone di Como, Olgiate Comasco, Porto Ceresio, Porlezza, si arrivava fino a Canzo e Erba.

Questo gioco ricorda il contrabbando degli Cinquanta e Sessanta, definito “romantico” perché era a metà tra il contrabbando di sussistenza e di convenienza.
Questa attività è stata spesso ricordata come mitica e i suoi protagonisti sono diventati quasi leggende. Era una vita indubbiamente sul filo dell’adrenalina, ma era molto dura a livello fisico e psicologico, era molto stressante.
Non sono mancate vittime, tra contrabbandieri e finanzieri, ma nemmeno episodi di reciproco aiuto.

La Guardia di Finanza

I finanzieri svolsero un ruolo fondamentale nella lotta al contrabbando, il loro era un lavoro durissimo, le postazioni di guardia erano quasi tutte sulle montagne e per raggiungerle ci volevano ore di cammino. I turni erano molto lunghi e si svolgevano con qualsiasi condizione atmosferica.

 

Con Il gioco del contrabbandiere abbiamo voluto rendere omaggio in modo leggero a questo pezzo di storia del territorio comasco e ticinese.

 

Dello stesso argomento Contrabbandieri della Spina Verde

 

 

 

 

gioco del contrabbandiere
Il gioco del contrabbandiere
24,00