NAVIGA VERSO UN MONDO FIABESCO
IN CUI BARCHE, PERSONAGGI E STORIE SI SUSSEGUONO
CON IL RITMO DEL SOGNO.

Nella bellezza di queste 16 storie, si cela la straordinaria umanità che anima il Lago di Como.

Prenota ora

Non perdere questa fantastica offerta!
Per te poster + libro ad un prezzo speciale

Scopri l'offerta

Alfredo Chiàppori, pittore e scrittore lecchese, riesce a dare un significato al paesaggio e alle vite della gente del suo lago, quello di Como, e per farlo utilizza la breva, ma cos’è la breva?

È il vento tipico dei laghi lombardi, “meditabondo” e “dall’eterea vitalità”, ma si legge come metafora di un destino umano – lieve come brezza appunto – che emana da questa silloge di racconti lacustri.

La prima edizione del libro di Chiàppori, “La Breva”, è stato pubblicato nel 2001 da Baldini&Castoldi, e dopo una serie di ristampe è esaurito e fuori catalogo da più di dieci anni.

È per noi un piacere e un onore riproporti questo capolavoro lariano:
così all'autochiatta Mussolini, che nel ’25 cola a picco grottescamente proprio al suo varo davanti alle autorità fasciste, si sovrappone la gondola Fedela, mandata dal Littorio a raccoglier doni per gli eroici combattenti nel luglio del ’43 e usata nel tragitto per far espatriare una famiglia di ebrei italiani.

Traghetti condannati alle solite tratte quotidiane, «barchìtt» agili e veloci usati per il contrabbando notturno di sigarette, esprimono un parallelo simbolico con le vite dei loro passeggeri e promettono sempre un riscatto dalla malinconia misteriosa dell’esistenza. È il caso dell'operaio-contrabbandiere Adamo che può perdere un intero carico ma non rinuncia all’amico La Man, il costruttore di barche.

Ma la bellezza segreta di questi racconti è nella musica sotterranea che li accomuna tutti, come un concerto il cui preludio è la natura e il finale l'uomo.

La Breva - Dominioni Editore

La Breva. Storie di lago

Autore: Alfredo Chiàppori
Pagine: 218
Formato: 15x21 cm
Rilegatura: Brossura cucita
ISBN: 9788898911394

Breve conversazione con l’autore
Alfredo Chiàppori

Image Description

Alfredo Chiàppori

Vai alla biografia

6 motivi per leggere La Breva

C’è sempre qualcosa di autobiografico in quello che si scrive. Per quanto riguarda “La Breva” credo che tutto nasca dal fatto che sono nato a Lecco e dunque il rapporto con il lago e i suoi venti ha segnato il mio immaginario fin dall’infanzia.
Forse l’ultimo racconto, “Ogni uomo”, perché è il più autobiografico.
Leggi il racconto
Mi piace ricordare questi versi di Goethe: “Anima umana, come somigli all’acqua – Destino umano, come somigli al vento”.
Per quanto mi riguarda è “Il Visconte di Fiumelatte.”

ESTRATTO

Agazio Cremonesi sembrava fresco e riposato, come se si fosse
alzato con comodo a metà di quel pomeriggio piovoso.
Niente nel suo aspetto tradiva gli eccessi della nottata.
«Càpiti a proposito, Agazio. Ne abbiamo una bella da
raccontarti.»
Si sedette con gli altri e batté la grossa mano sul tavolino.
«Davvero?… Ma sono sicuro che è niente in confronto
a quello che ho da raccontarvi io. E mi venisse un colpo,
se non è vero!»
«Aspetta a dirlo. Tu non sai l’ultima del visconte.»
«Di chi?!»
«Del visconte» ripeté il ragionier Barbagelata.
«Stanotte l’ho trovato davanti a casa mia… In mutande!»
Il pittore sobbalzò.
«Ci stavamo chiedendo cosa diavolo può essergli capitato.»
Agazio Cremonesi scoppiò in una risata fragorosa.
«Ve lo spiego io cosa gli è capitato, al visconte di Fiumelatte…»

*

Il pittore spiegò l’accaduto, compiacendo con generosità
la curiosaggine dei quattro amici, che pendevano dalle sue
labbra godendo d’ogni particolare del racconto.
«Voi sapete che avevo una gran voglia di vedere all’opera
il visconte, in uno dei suoi occulti armeggi cagliostreschi.
L’ho pregato, l’ho supplicato di accogliermi come
adepto. Ma lui nicchiava, tirava in lungo… Ho insistito
per mesi, l’ho lusingato, lisciato ben bene per il verso giusto;
finché non s’è convinto del mio sincero interesse per
i suoi arcani traffici. M’ha detto che, tanto per cominciare,
avrei potuto assistere al rituale della Luna nuova, secondo
l’Antico e Primitivo Rito di Memphis e Mizrain.
Proprio così, testuali parole. Sapete come s’esprime, quel
gabbamondo… Così ho suonato al cancello di casa sua, a
mezzanotte in punto di ieri, come da sue istruzioni. E qui
comincia il bello.»
ACQUISTA ORA

I VENTI DEL LAGO DI COMO

La Breva - Dominioni Editore

Ecco la cartina dei "Signori invisibili del lago"

"In quell’ora del pomeriggio, risalendo il lago, la Breva stava perdendo forza: s’assopiva un poco, come Fermo.

Ma giù tra la Rocca di Malgrate e il Sasso di Preguda, silenziosa, compariva la più dolce e leggera delle brezze, la Breva di Laghètt.

Proveniva dai piccoli laghi di Annone, Pusiano e Alserio; e una volta planata sulla Baia di Paré, prima di proseguire il suo viaggio, amava volteggiare bassa sull’acqua, increspandola in arabesche e volute, anelli e spirali, come in certe arie barocche.

In settembre, con la vendemmia, quando Fermo lasciava la baita per tornarsene a casa, sarebbero arrivate le breve Brentine, tanto esuberanti quanto esile e timida la cugina dei laghetti. E in ottobre, col vino nelle botti e nei tini, le allegre Brentine avrebbero danzato le loro gavotte anche per tre o quattro giorni di fila, sotto il cielo più luminoso e sereno dell’anno."

I signori invisibili del lago - dal libro La Breva.

POSTER 32X46,5cm

ACQUISTA ORA

LA STORIA CONTINUA...

La Dominioni Editore è da sempre attenta alla valorizzazione della tradizione popolare; pubblichiamo libri che permettono a ciascuno di preservare il proprio patrimonio immateriale.

Che si tratti di usi e costumi, filastrocche, miti, leggende, proverbi, credenze popolari, canti, balli e musica, in questa sezione, in continuo sviluppo, del nostro catalogo diamo evidenza alla STORIA DELLA GENTE, LA STORIA DEI CUORI: AL MEGLIO DELLA (NOSTRA) STORIA.

Grappino armandolato

Grappino armandolato

Racconti, una grande foto di gruppo di una comunità.

Emilio Magni

Qui non succede niente

Qui non succede niente

Romanzo, dare alla vita un senso diverso

Giuseppe Guin

L’isola che c'era

L’isola che c'era

Romanzo biografico. Il "cotoletta" e la "magia" dell'isola del Lago di Como.

Albertina Nessi

CHI SIAMO

Image Description

Dominioni Editore

Editore

La nostra casa editrice, Dominioni Editore, nasce nel 2018, dando continuità alla Alessandro Dominioni Editore, nata nel 1984 con sede a Como.

È una realtà in continua espansione capitanata dall’esperienza pluridecennale in campo librario ed editoriale di Alessandro Dominioni, movimentata dall’esuberanza giovanile di Corinna e Alessio, e sostenuta da validi collaboratori esterni.

I nostri libri e i nostri giochi in scatola hanno come epicentro il territorio lombardo, dando particolare rilievo al Lago di Como e alla Brianza, con qualche pubblicazione anche su Milano, la Valtellina e il Canton Ticino.

Dal 2013 è nata una collana di Giochi in scatola: giochi tradizionali e popolari rivisitati in chiave locale, con l’intento di invogliare, giocando, le nuove generazioni a scoprire e valorizzare il territorio lombardo.

Image Description

Alfredo Chiàppori

Autore libro

Alfredo Chiàppori è nato a Lecco nel 1943. Pittore e disegnatore, è autore di numerosi libri di disegni satirici. Ha vinto per due volte la Palma d’Oro al Salone Internazionale di Bordighera, nel 1980 con "Cantata in bianco e nero" (Mondadori), e nel 1990 con Tali & Quali (Rizzoli). Ha collaborato, fra l’altro, a “Linus”, “l’Unità”, “La Stampa”, “la Repubblica”, “Panorama”, “L’Europeo”.

Dal 1988 collabora regolarmente al “Corriere della Sera”. Nel 1997 ha esordito nella narrativa con il romanzo Il Porto della Fortuna, edito da Rizzoli, con il quale ha vinto il Premio Giuseppe Dessì e il Premio Molinello. Ha inoltre pubblicato: Il mistero del “Lucy Fair” (Baldini&Castoldi, 2002) Premio Gaeta, Premio “Cultura del Mare” di S. Felice Circeo, Premio Forte Village “Un libro per l’Estate”; Franco destino (Marsilio, 2004); La follia del mare, (Mursia Editore, 2008); Quanti denti ha il pescecane (Mursia Editore, 2009). Sempre con Mursia ripubblica Il Porto della Fortuna.